IL TEMPO                                                                                1° giugno 2003
Liceo Artistico, una sede nuova e finalmente a norma
 
di SILVIA DI GIACOMO

TERAMO — Una sede completamente rinnovata per il Liceo Artistico. Alla presenza del Dirigente Scolastico Vincenzo Rofi, del Vescovo Vincenzo D’Addario, dell’assessore all’edilizia scolastica Paolo Basilico, del presidente della Provincia Claudio Ruffini, dei docenti e degli studenti, sono stati presentati i vari lavori di adeguamento alle norme di sicurezza, igiene, agibilità e manutenzione apportati all’edificio scolastico. Pare infatti che al complesso scolastico, che vanta 228 alunni iscritti, finora non erano mai stati effettuati nè lavori straordinari nè lavori all’adeguamento alle norme antincendio, all’abbattimento delle barriere architettoniche, all’adeguamento alle norme di sicurezza degli impianti elettrici, di riscaldamento e idrici.
Con una somma di due miliardi e mezzo di vecchie lire, finanziamento con un mutuo concesso dalla Cassa DD.PP. e mediante l’emissione di Bop, è stato possibile rinnovare l’impianto antincendio, realizzare nuove opere termoidrauliche, idrauliche, elettriche, rifacimenti di tutte le pavimentazioni delle aule e degli uffici, di intonaci e tinteggiatura sia internamente che esternamente, del manto di copertura, la sistemazione e l’ampliamento degli spazi adibiti a parcheggio, a viali e aree di sosta e manovra. Inoltre è stato possibile anche realizzare una biblioteca, una sala professori, un locale bar, una sala polifunzionale, una sala per il lavoro in gesso al piano interrato mentre nei locali prima destinati alla Cooperativa Filadelfia sono realizzati quattro stanze per gli uffici di segreteria e presidenza. Le aule che prima erano quattordici ora sono passate a venti di cui tredici sono classi speciali e sette di cultura generale.

<<